Tommy Blues e… la prefazione

“… no! Son precisi, ma proprio precisi! Appena vedono un pedone in prossimità del marciapiede e voilà inchiodano l’automobile e lo fanno attraversare. Ormai è più di qualche anno che rifletto e sto attento anch’io, esattamente dal 2013. Quando andai a Tenerife in viaggio di nozze d’argento con mia moglie. Fu una delle tante differenze che mi colpirono tra noi e loro. Tenerife è bella. Sia la parte turistica, che sarebbe la zona sud, quanto la zona nord: c’è un ottimo clima, non troppo caldo e né troppo freddo con il mare e il sole in un cielo terso e limpido. Senza parlare, poi dell’entroterra: i monti, il vulcano del Teide con la neve e col freddo, gelido. Freddo e gelido, proprio come l’acqua dell’oceano che, con le sue pazze correnti, bagna tutte le suggestive coste dell’isola spagnola. Be’, spagnola politicamente non certo geograficamente, geograficamente è vicina, molto vicina al Marocco. Insomma, diciamo che sono un po’ africani!… Anche noi salentini e, comunque i meridionali in genere son soprannominati nordafricani… Bah! Sono quelli nord Italia a dire così! Rosicano perché il sud è bello, come bello è il mio Salento. Il Salento e la città di Lecce. La mia Lecce, mia e della mia famiglia e… soprattutto del nostro Riccardo. Ma a parte questo, Tenerife, a causa del turismo è cambiata molto. In meglio? In peggio? Boh! Intanto… tanti, ma proprio tanti, soprattutto italiani ormai vogliono trasferirsi lì, nell’isola canaria. Sembra quasi un esodo di massa: il turismo, il consumismo e il mare nella…”

Passi dal libro “VA TUTTO BENE! UN TRENO PER TENERIFE” Tommaso e Riccardo Marangio

0